MATINO 01 LUGLIO – SIMONA BENCINI e LMG QUARTET

MATINO 30 GIUGNO 2016 – DEE DEE BRIDGEWATER
30 giugno 2016
GALATINA 04 LUGLIO – GUIDO DI LEONE TRIO – FEATURING BAREND MIDDELHOFF “JIM HALL TRIBUTE”
30 giugno 2016

MATINO 01 LUGLIO – SIMONA BENCINI e LMG QUARTET

Schermata 2016-06-30 alle 14.57.57

“I LIKE JAZZIN’SOMETIMES” – SIMONA BENCINI

Simona Bencini, presenza e  voce inconfondibile dei Dirotta su Cuba, ha da qualche anno cominciato a cantare e ad appassionarsi al jazz. In realtà l’incontro con importanti rappresentanti della scena jazz avviene già agli inizi della sua carriera coi Dirotta su Cuba.

Nel 1997 sale con lei sul palco del Festival di Sanremo, ospite del brano “E’ andata così”, il più grande armonicista del mondo Toots Thielemans.  Le collaborazioni dei Dirotta su Cuba con grandi musicisti  proseguono all’interno dei loro album e durante i loro concerti: Giuseppe Milici, Bruno De Filippi, Mario Rosini, Gigi Cifarelli, Demo Morselli, Alfredo Golino, Mimmo Campanale.

Nel 2001 Simona viene chiamata dal grande pianista ed amico  Stefano Bollani per incidere  piano e voce il brano ” In cerca di te “all’interno dell’album “Abbassa la tua radio”. Alla fine della track entrano in perfetto stile dixieland Javier Girotto e Mirco Guerrini ai sassofoni ed  un giovanissimo Gianluca Petrella al trombone.

Il successo dell’album, dove oltre a Simona compaiono altri importanti artisti italiani della scena pop e jazz – Irene Grandi, Elio, Peppe Servillo, Barbara Casini  ecc.- impone presto la partenza di un tour con una super Band (Enrico Rava, Stefano Bollani, Ares Tavolazzi, Walter Paoli, Javier Girotto, Mirco Guerrini, Gianluca Petrella), tour che toccherà importanti festival e rassegne, fra cui il Premio Tenco e il Grey Cat, e che chiuderà in bellezza al Teatro Mancinelli di Orvieto ad Umbria Jazz Winter. Nel 2005 esce il suo primo singolo solista “QUESTA VOCE”(Warner), brano intenso ed elegante scritto per lei da Pacifico,  dove  il pianoforte é suonato magistralmente da Stefano Bollani. Nel 2007 Simona verrà invitata a cantare nell’album del Parco Della Musica Jazz Orchestra, diretta da Maurizio Giammarco, album allegato a L’Espresso, in cui reinterpreta due brani di Mina, “Sabato Notte ” e ” Non gioco più”, mettendo a frutto così la sua collaborazione con la “Montecarlo Nights Orchestra  di Nick The Nightfly.

Nel 2010 decide con l’amico Mario Rosini ed altri validissimi  jazzisti della scena pugliese ( L.m.g. 4tet alias Mario Rosini, Mimmo Campanale, Gaetano Partipilo, Giuseppe Bassi) di mettere sù un tributo a Duke Ellington, progetto che si evolverá  e diventerà un vero e proprio album di inediti e standards, “Spreading love”, pubblicato nel 2011 da Groovemaster di Gegé Telesforo e distribuito da Egea  che verrà presentato al BlueNote di Milano nel Febbraio 2011.

Questo primo album di jazz di Simona & LMG4tet, un incontro fra il jazz e la worldmusic, con influenze che vanno  dal funky alla fusion,  dalla musica brasiliana allo swing, ben recensito dalle riviste specializzate, le conferisce ufficialmente credibilità nell’ambito jazzistico e continuità nelle sue performance live con svariate formazioni  e Big bands. Tanto per citarne alcune: con i fratelli Deidda, il trio  Ragonese- Giorgi- Fioravanti, con Alma Trio Vito Di Modugno-Guido Di Leone- Campanale , il quartetto abruzzese Manzi, Fidanza, Muzietti e Giovannini ecc.).

Recentemente  ha dato vita ad un nuovo progetto dal titolo JAZZIN’ON THE DANCE FLOOR che rilegge in chiave smooth jazz i grandi successi della disco-music di fine anni 70  che ha già debuttato in importanti festival come Multiculturita, Castro in jazz, Donne INcanto 2015 ecc.

 

BIO LMG QUARTET

Il 22 Febbraio 2011 è stato presentato al Blue Note di Milano “SPREADING LOVE”, il primo disco di Simona Bencini & L.M.G. Quartet, per la GrooveMasterEdition, distribuito Egea. Arrangiamenti eclettici, mai scontati, per questa nuova formazione che, con gran gusto, maestria, tecnica e capacità improvvisative riesce a coniugare la cultura jazz piu’ tradizionale con le sonorità più moderne della world music.

Filo conduttore e’ la voce soul, calda ed elegante, di Simona Bencini, voce storica della band Dirotta su Cuba, che, senza mai eccedere , lega con naturalezza ed armonia mondi musicali confinanti. Le incursioni vocali di Mario Rosini, al piano, sono volutamente e sapientemente dosate e per questo ancora più sorprendenti.

Alla sezione ritmica due musicisti di grande esperienza e creatività, Mimmo Campanale alla batteria e Luca Alemanno al contrabbasso – vincitore quest’anno del Thelonious Monk Jazz Performance – e l’ottimo sassofonista Gaetano Partipilo. Ecco gli ingredienti di questo nuovo progetto discografico, inizialmente nato solo come un progetto live- tribute a Duke Ellington nell’Aprile 2009.

Il repertorio viaggia fra standard celebri come “The man I love”, “You dont know what love is” o “Solitude”, che grazie ad arrangiamenti originali sorprendono il “palato” dell’ascoltatore con un sapore tutto nuovo, e brani inediti come “Spreading love”, “Capoeira”, l’intensa ballad “Stay” in duetto con Rosini e “When you told me goodbye”.

Pregevole la rilettura di “Geraldine” degli Yellow Jackets che compare per la prima volta con un testo scritto dalla Bencini dedicato alla figlia SofiaJasm.